Una sola strada

6824212-route-66-wallpaper

Sono scappato mille volte di casa.

Mille volte, gettando i libri di scuola nella spazzatura dietro l’angolo.

E mai mi sono voltato indietro,

ma col cuore a pezzi mi sono bevuto anche l’anima

e mi sono fumato anche il cervello.

 

         Ed ho pensato ogni notte di scappare da quel vicolo puzzolente di verdure rancide.

         E ogni notte invece sono rimasto, imprecando,

        perché l’idea di lasciarti così solo, e indifeso, e malato, mi faceva stare male.

       Mi ubriacavo da solo, per stordirmi e riuscire a farcela.

       Mi ubriacavo da solo, per darmi forza e coraggio.

 

Ho provato tutto quello che c’era da provare

e ho peccato tutto quello che c’era da peccare.

Ho rubato, ho testimoniato il falso, ho desiderato le donne degli altri,

le ho desiderate così tanto da amarle senza ritegno e senza scrupoli,

seminando figli che neanche io conosco.

 

         Ho fatto i lavori più umili del mondo quando c’era da lavorare,

         senza mai leccarmi le ferite sulle mani spaccate.

         E quando da lavorare non c’era,

         ho anche rubato, per dare da mangiare ai miei figli.

         Una schiera di piccoli marmocchi con gli occhi più grandi delle loro guance.

 

Solo quando ho raggiunto il fondo dell’abisso

ho visto per la prima volta la mia anima.

L’ho toccata con la punta delle dita.

Era lì, con la sua lieve consistenza.

E ho pianto.

 

       La gente pensa che non ci sia nulla che possa scalfirmi.

       La gente pensa che io sia temprato come l’acciaio, solido come una roccia.

       Solo io conosco la vulnerabilità della mia anima. La tocco con la punta delle dita.

        E’ lì, con la sua lieve consistenza.

        Le sorrido.

 

La strada per la perdizione e quella per la santità è una sola.

E non è detto che il “santo” e “colui che si è perduto” non siano la stessa persona.

©RitaLopez

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...