Il Molesto

8088_big

Dopo la sessione estiva, chiuso per un po’ l’incubo degli esami, ci piaceva scarrozzare con le moto nei molli e pigri pomeriggi di Roma.

C’erano Mauro “er lumaca” e Cicalone.

C’erano, oltre a me, Antonella “la fata” e Giulia “l’assassina”.

E ancora Polverone e il Tatuato.

E poi c’era lui: il Molesto.

Il Molesto soprannominato Molesto perché era un attaccabrighe, un tipo litigioso.

Molesto. Appunto.

Ed eravamo tutti lì, con le moto rombanti a sfrecciare sul lungotevere Flaminio, liberi come il vento e leggeri come l’aria.

La potenza e la gloria dei motori tra le nostre gambe, il cuore a mille, con la consapevolezza cieca che non saremmo mai invecchiati.

Ad ogni semaforo rosso ci allineavamo guardandoci fieri e ammiccanti, per poi ripartire aggressivi al prossimo verde.

E tutto andava bene.

Fino a che, ad un incrocio, un tipo dinoccolato ha attraversato la strada all’improvviso, sbucando letteralmente dal nulla.

Il Molesto lo ha scansato per miracolo, ma la moto ha iniziato a sbandare.

Davvero non so come lui e la ragazza che aveva dietro non siano caduti.

Si è fermato 10, 15 metri dopo l’incrocio.

Noi, allibiti. Tutti fermi. Il cuore in gola.

Anche il tizio è rimasto impalato lì all’incrocio, dopo aver rischiato così stupidamente la vita. Freddato dalla paura.

Il Molesto si è girato per vedere se il tizio stava bene e il tizio gli ha urlato “I’M FINE!!!!!”.

Era inglese.

Ma il Molesto, che non era un cima per le lingue straniere, aveva capito “A’nfame!!!!”.

“A’nfame a me??? Oh brutto fjo de na mi…..”.

E’ sceso dalla moto. Ha raggiunto il tipo.

Ed è andata a finire come al solito, come ogni volta che il Molesto era con noi.

Ci abbiamo messo 10 minuti buoni per staccarlo dall’inglese allibito, scompigliato, strattonato e scarmigliato e spiegare il malinteso al Molesto.

Abbiamo passato il pomeriggio in birreria, a prenderlo in giro.

Anche l’inglese è venuto con noi.

© RitaLopez

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...