Una lettera

immigrati_adnkronos

 

“Marito mè, e mò so quasi 3 anni che si sciuto a fatigà alla Germania.

E mò so quasi 3 anni che io sto ccà da sola.

E ti vulia solo dici che nun è stato facile manco pe mè.

Che la vita nun è dura solo pe chi parte, solo pe chi è luntano, ma pure pe chi resta.

All’inizio mi sentia cchiù forte, ma poi, mesi dopo mesi dopo mesi dopo mesi quella forza se n’è scivulata via.

E c’era la vacca c’ ha figliato la notte. Ma tu nun c’eri.  E per fortuna che c’era Bastiano che m’è venuto ad aiutari.

E poi in inverno da sola a spaccare la legna. Ma tu nun c’eri.  E nun finivo manco pe Natale se Bastiano non veniva lui.

E quanno c’è stata la bufera c’ha scassato gli stipiti della finestra, manco allora c’eri. E io mi sarei morta dal freddo se Bastiano nun veniva ad aggiustare tutto quanto.

Io, marito mè, nun aggiu studiato, ma na cosa l’aggiu capita bbona.

L’ammore nun è na cosa accussì, tanto pe dice.

L’ammore si vive, si suda, si lavora, si bestemmia, pe poi fare baldoria,

si ride e si addanna, si addora e si tucca.

E’ come a na pianta che se nun l’annacqui, secca.

Na notte mi so svegliata all’improvviso.

Nel letto nun c’eri tu, c’era Bastiano.

L’aggiu guardato bbuono e mò, marito mè,  te l’aggia proprio cunfessà….

Io ero contenta che c’era Bastiano.

Anzi,  mò te l’aggia proprio dici: io manco me ne piglio scuorno….”

Concetta sollevò la testa dalla lettera che stava scrivendo.

Guardò fuori dalla finestra. C’era la nebbia . La nebbia che nasconde, che cela, che attutisce.

Era l’alba. E bisognava mungere la vacca.

Sospirò. Prese il foglio di carta, lo stropicciò e lo gettò nel fuoco.

La fiamma avvampò improvvisa, per poi riabbassarsi dolcemente nella brace.

(©) RitaLopez

 

 

Annunci

4 comments

    1. Il seguito Concetta, non lo so neanche io…..Ma forse la storia, nel suo finale, fa presagire la mancanza di coraggio, la volontà di nascondere tutto e fare finta di niente…..”La nebbia nasconde, cela e attutisce”. Un abbraccio.

      Piace a 1 persona

      1. Un abbraccio anche a te, ma non chiamarmi Concetta, ti prego! (solo Cetta) 😀 Però non so, forse il primo impulso è nascondere, ma poi, alla fine, una donna il coraggio di svelare lo trova…

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...