Piramo e Tisbe

640px-Thisbe_-_John_William_Waterhouse

 

 

 

 

Questa è la storia di due ragazzi della lontana Babilonia, le cui famiglie si odiavano a vicenda.

Piramo e Tisbe.

Erano vicini di casa ma l’idiozia ostile e ottusa dei parenti, aveva proibito loro di frequentarsi, di vedersi, di parlarsi.

E siccome l’amore nasce quando e come e nelle forme che più gli aggrada, i due ragazzi comunicavano attraverso una fessura che si apriva nel muro che divideva le loro case.

E una notte piena di stelle, Piramo e Tisbe decisero di fuggire insieme, dandosi appuntamento sotto un grande albero di gelso.

Tisbe arriva per prima ma, scorgendo una leonessa che aveva appena azzannato una preda, va a nascondersi in una grotta lì vicino.

Correndo perde il suo velo.

La leonessa sotto il gelso afferra il velo di Tisbe e col suo muso sporco di sangue lo lacera, e poi si allontana.

Poco dopo anche Piramo arriva al luogo dell’appuntamento. Vede il velo della ragazza ridotto a brandelli e sporco di sangue.

Folle di dolore prende la sua spada e si ferisce a morte.

Il sangue del ragazzo tinge i frutti di gelso che da quel giorno diventano rossi.

Quando anche Tisbe, uscendo dal suo nascondiglio, giunge sotto l’albero e si trova di fronte il giovane in fin di vita, con la stessa spada, senza esitazione, senza proferire parola, si trafigge il petto.

La fedele crepa nel muro custodì per secoli e secoli ancora le parole  che i due innamorati si erano sussurrati nelle notti stellate di Babilonia, fino a che, prima che il muro crollasse, le parole soffiarono ad ovest, sospese dal vento, e giunsero in un paese lontano,  alle orecchie attente di un grande poeta.

© R.L.

(nella foto J. W. Waterhouse 1909)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...