Ifigenia

Immagine

 

Tutto era pronto per la spedizione contro Troia, ma il vento non spirava da troppi giorni e le navi degli Achei erano ferme in Aulide, senza che potessero salpare.

Il re Agamennone fremeva come un vecchio bisonte infuriato. Voleva partire. Voleva andare in guerra.

Fu chiesto il parere dell’indovino Calcante e Calcante arrivò col suo responso: solo sacrificando agli dei la bella figlia di Agamennone, Ifigenia, i venti avrebbero permesso alle navi di partire.

Gli uomini di potere si riunirono tra di loro e decisero di attrarre con un pretesto Ifigenia, che era rimasta a casa, con le altre donne.

Le mandarono a dire che Achille, il suo amato, voleva sposarla prima di  salpare.

Le dissero di affrettarsi, che tutto era pronto per le nozze.

Ifigenia giunse in Aulide più radiosa che mai, bella come la luna piena, splendente nel  suo abito da sposa.

Quando osservò le facce scure di suo padre Agamennone, di suo zio Menelao, del suo amato Achille, capì di essere stata vittima di un inganno.

Vide la lunga passerella che doveva condurla presso l’altare del tempio, i sacerdoti pronti per il suo sacrificio, i soldati che mormoravano tra di loro.

Il terrore si impossessò di lei e grosse lacrime le annebbiarono la vista.

Si asciugò gli occhi con un lembo del suo mantello da sposa.

Due ancelle la accompagnavano lentamente verso l’altare.

In quei pochi metri che mancavano al suo destino, Ifigenia divenne donna.

Scrutò i volti degli uomini che detenevano il comando e mai come allora le fu chiara la loro vile impotenza, la loro mancanza di scrupoli di fronte al potere.

“Non voglio diventare come voi” pensò.

In quei pochi metri che mancavano al suo destino, Ifigenia da ragazzina terrorizzata si trasformò in donna fiera e coraggiosa.

Nei pressi dell’altare si fermò, si girò verso i comandanti della spedizione e fredda come il  ghiaccio disse: “Procedete pure”.

Agamennone fece un cenno al sacerdote.

Un brivido attraversò la schiena a lui e agli altri potenti.

Achille era chiuso nella sua tenda.

© RitaLopez

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...