Sisifo

Immagine

Se penso a lui non posso trattenermi dal sorridere.

Sisisfo: il più astuto tra i mortali, il più dannato tra i dannati.

Sisifo che si fa beffe degli dei, Sisifo il dissacratore, il ribelle, il burlone perenne.

E fu così persino quando Tanatos, avvolto nel  nero mantello, bussò alla sua porta per portarlo via con sé.

Sisifo lo fece ubriacare talmente tanto, che il vecchio dio non era più capace di stare in piedi.

Sisifo gli  legò le mani e i piedi  con spesse catene e nessuno poteva più morire.

Quando Zeus si accorse che durante le battaglie i soldati non cadevano più sui campi, e le donne non piangevano più i loro uomini, e le madri non urlavano più il loro dolore al cielo, e venne a sapere di Tanatos, incatenato nella casa di Sisifo, si infuriò come un leone in gabbia. Fece liberare Tanatos, che non riusciva sollevare gli occhi da terra per quanto era umiliato, e condannò Sisifo ad una punizione eterna.

Doveva spingere un grosso masso dai piedi alla cima di un monte e prima che raggiungesse la vetta, il masso doveva rotolare giù.

Inesorabilmente. Ogni giorno così.

La condanna di Sisifo era quella di non raggiungere mai la vetta.

E Sisifo porta ancora il masso sulle spalle. Ma è forte. Ha braccia muscolose.

Il sudore gli imperla la fronte. Quando cade si rialza e guarda la cima del monte da lontano.

Per questo, se penso a Sisifo, non posso trattenermi dal sorridere.

Zeus non lo  può sapere ma  “anche la lotta verso la cima basta a riempire il cuore di un uomo” (cit.A.Camus).

©RitaLopez

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...