L’amazzone ferita

Immagine

Perché tu non lo sai, ma in quel preciso momento in cui
dopo essere passata a piedi nudi sul fuoco e
aver portato sulle spalle e nel cuore dolori che ti lasciano senza fiato
in quel preciso momento in cui, ogni volta, senza parlare,
rialzavi la testa
io ci vedevo del glorioso.
Tu non lo sai, ma in quell’essere sempre di così poche chiacchiere e di così tanta sostanza,
in quel non fare mai pesare i tuoi tormenti,
nel tuo essere “eroe” senza la minima mania di protagonismo
io ci vedevo dell’epico.
Non lo sai, ma la tua virtù è sempre stata il tuo coraggio, il coraggio dei più umili, il coraggio degli ultimi, di quelli che combattono fino allo sfinimento e mai, mai avranno la gloria del trionfo.
Allora, ogni volta, ai miei occhi assumi l’aspetto di una dea ed io,
io non posso che inchinarmi davanti al sacrario della tua bellezza.

© RitaLopez
(nella foto Amazzone ferita di Policleto, V sec. a.C., Roma, Musei Capitolini)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...