Ramble on

Sole_tra_i_rami

 

 

 

 

 

Successe così. Senza squilli di trombe. Senza sirene spiegate.

C’era quel baratro enorme a fianco dell’anima

e spilli acuti che pungevano gli occhi.

C’erano quelle notti passate a bere e a fumare,

con la voglia di annientarsi,

in quel buio senza stelle.

C’era il chiuso della stanza e

fuori un mondo che andava ad un’altra velocità.

E poi un giorno, di mattina presto, uscì per strada col desiderio di perdersi

e questi vicoli le passavano accanto veloci, cambiando continuamente prospettiva

e questo fiume, in questo punto tortuoso, che rumoreggiava potente.

C’era quest’aria frizzante che pizzicava nel naso

e questo sole che iniziava appena a scaldarti e ti accecava in mezzo ai rami ancora secchi.

C’era questo sangue che circolava nelle vene e pulsava nelle tempie,

come una bomba a orologeria.

E poi quest’odore di pane caldo e croccante, proveniente da chissà quele forno.

Una valanga di voci, e di volti, e di suoni, e di risate, la prese alle spalle.

Sono ancora viva!, pensò.

Sono ancora qui.

© RitaLopez

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...