Prometeo

prometeo

 

 

 

Prometeo amava gli uomini.

Li amava dell’unico Amore vero e spassionato: l’Amore che ti rende libero e indipendente.

Per questo aveva rubato il Fuoco, il dono più grande.

Col Fuoco aveva permesso agli uomini di cucinare il proprio cibo, e illuminare le tenebre della notte, e difendersi dalle fiere feroci.

Col Fuoco  aveva insegnato loro come forgiare il ferro e costruire armi per difendersi e attrezzi per lavorare.

Questo era il regalo di Prometeo agli uomini: la possibilità di emanciparsi, di diventare creatori consapevoli del proprio destino, del proprio progresso, creatori essi stessi del proprio futuro.

Prometeo amava così tanto gli uomini da avergli dato la possibilità di fare a meno degli dei.

Terribile fu la punizione di Zeus.

Prometeo il rivoluzionario, il progressista,  fu legato ad una roccia, nel Caucaso arido e sperduto.

Un’aquila ogni giorno piombava su di lui e gli mangiava il fegato, dove era posto il coraggio.

Ogni giorno.

E ogni notte il fegato di Prometeo doveva ricrescere per poter subire il supplizio il giorno dopo.

E quello dopo.  E quello dopo ancora. E quello dopo appresso…..

© RitaLopez

(nella foto Kylix laconica con Prometeo. Cerveteri 560-550 a.C)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...